Tu sei qui: Home News 28 agosto 2012- L'Asi alla Fiera di Calitri: " Potenzieremo i servizi"

28 agosto 2012- L'Asi alla Fiera di Calitri: " Potenzieremo i servizi"

L’ Asi di Avellino partecipa alla Fiera di Calitri, l’importante rassegna interregionale giunta alla 31esima edizione. Il Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale è presente, anche quest’anno, con un proprio spazio espositivo, nel quale è  possibile reperire informazioni sulle aree industriali, i lotti disponibili, le procedure per l’assegnazione dei suoli e soprattutto sui progetti in cantiere, a cominciare dalla videosorveglianza di cui sarà dotata anche l’area di Calitri.

 “Avvertiamo l’esigenza- spiega Giulio Belmonte- di potenziare i servizi, di essere ancora più vicini agli imprenditori che hanno investito in Irpinia, in particolare in aree come quella di Calitri, un po’ ai margini,  e nelle quali si registrano, anche a causa nostra,  carenze nei servizi”.

 Il Presidente dell’Asi recita il mea culpa : “Bisogna invertire la rotta-dice. Imparare a fare autocritica, solo così si può migliorare, cambiare”. E il cambiamento immaginato dal Presidente dell’Asi passa, innanzitutto, per la gestione del Cgs, la società braccio operativo dell’Ente per l’Area di Sviluppo Industriale: “occorrono nuove energie, nuove idee, nuova linfa, per arrivare, ora che il Cgs non può più contare sui contributi dell’Asi, che  a sua volta non riceve più trasferimenti dallo Stato,  ad una gestione manageriale. L’area di Calitri, anche se è isolata, anche se conta  poche industrie, merita molta  più attenzione da parte nostra”.

 Attenzione che fino ad oggi il Presidente dell’Asi non ha fatto mancare alle aree limitrofe. A Lacedonia, ad esempio, c’è stato l’intervento per arginare la frana che minacciava le aziende” Il problema - spiega Belmonte- non è ancora risolto. Di qui il mio invito al Sindaco a farsi promotore di un tavolo tecnico affinchè si arrivi ad una soluzione definitiva, considerato che già ci sono i fondi necessari”. Per l’area di Lioni, invece, si sta studiando una soluzione che annulli  definitivamente il cattivo odore, proveniente dal depuratore, che rende difficile la vita alle famiglie che vivono nelle vicinanze dell’impianto. L’Asi ha, da subito, potenziato l’impianto, già esistente, per l’ abbattimento degli odori 24 ore su 24.

“A Calitri, c’è tanto da fare-dice Belmonte. E’ una realtà vivace, dinamica. Ci sono tanti operatori, dall’industria al terziario, con tanta voglia di fare. Come dimostra la Fiera a cui il  Consorzio Asi partecipa fattivamente  da sette anni. Crediamo nella validità di questa manifestazione che, oltre ad essere una importante vetrina dei prodotti e delle realtà imprenditoriali ed artigianali della nostra provincia, è anche interessante occasione di confronto e dialogo. L’Asi ha voluto esserci  sia  perché siamo convinti, con fermezza, della validità di manifestazioni  come questa, in grado di richiamare migliaia di visitatori e di proiettare l’Irpinia al di fuori dei confini regionali, sia come attestato di amicizia e stima per gli organizzatori ed in particolare per il Sindaco Rubinetti a cui sono  legato da un rapporto di profonda amicizia”. Giulio Belmonte, che accompagnato dal Sindaco di Calitri visiterà la Fiera  il giorno 31 agosto,  va orgoglioso del legame che è riuscito a creare con tutti i Sindaci dei Comuni consorziati che, come lui, Sindaco di Pietradefusi, vivono i problemi legati alla gestione del territorio e delle rispettive comunità. “ Viviamo un momento difficile- dice-e chi dovrebbe aiutarci a superare la crisi e le difficoltà che ne derivano è  assente. La Regione dovrebbe essere meno sorda rispetto al grido di aiuto che ogni giorno lanciano istituzioni ed imprenditori. In particolare gli imprenditori interessati al Contratto di Programma. Ci sono aziende in espansione, come la Ema, la Altergon, la Omi, e tante altre ancora, che possono fare la differenza, dare occupazione, ma sono bloccate dai lacci della burocrazia. Bisogna intervenire. Io confido nell’aiuto del Vice Presidente della Regione Campania, l’amico Giuseppe De Mita, affinchè si faccia portavoce delle nostre istanze a Palazzo Santa Lucia e convochi un tavolo per un  confronto sereno e costruttivo nell’interesse di tutti”.

Consorzio ASI
Contatore visite
 
These footer portlets are registered to Brio Theme