Tu sei qui: Home News 31 agosto 2012- Belmonte a Vetrella:"Si proceda alla riforma delle Asi"

31 agosto 2012- Belmonte a Vetrella:"Si proceda alla riforma delle Asi"

“L’Assessore Vetrella sa bene che la realtà delle aree Asi irpine non è quella da lui descritta”. Giulio Belmonte commenta così le recenti dichiarazioni dell’Assessore regionale. Lo fa in occasione della partecipazione alla Fiera di Calitri, dove ha incontrato il Presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua, e dove, accompagnato dal Sindaco Rubinetti, ha visitato  tutti i padiglioni  e lo stand del Consorzio che, da sette anni, sponsorizza l’evento.

 “ Le dichiarazioni dell’Assessore che, in merito alle Asi,  parla di capannoni deserti e fabbriche chiuse, non rendono giustizia all’impegno che  ogni giorno il mio Ente, e i Sindaci che  ne fanno parte, profondono nell’interesse di questa provincia. L’Assessore, evidentemente, ha visitato altre realtà, non quella irpina.

Con questo non voglio dire che qui non ci siano note dolenti, non sarei obiettivo,  ma è giusto che si sappia che la maggior parte delle difficoltà che incontriamo è dovuta ai  tempi biblici della burocrazia . E’ giusto che si sappia che abbiamo fatto anche tre gare, alcune volte,  per assegnare capannoni, ma sono  andate deserte e non siamo stati messi in condizione di procedere con la trattativa privata, cosa che invece è consentita ai Comuni, perché la normativa regionale non lo prevede, contempla solo l’assegnazione tramite bando di gara.

 Questo è solo un esempio di ciò che si potrebbe fare, e non viene fatto,  per accelerare i tempi della ripresa”.

 Giulio Belmonte  invita l’Assessore Vetrella a visitare le aree industriali irpine e le aziende  insediate  e a soffermarsi sulla realtà delle Asi ed il loro ruolo in materia di  sviluppo e crescita del territorio. “Con Vetrella abbiamo avviato tavoli di confronto sul futuro degli enti per lo Sviluppo delle Aree Industriali. Da due anni discutiamo sul  ruolo e  le funzioni dei Consorzi. Abbiamo presentato una proposta di riforma che ci metta in condizione di gestire, insieme ai Sindaci che sono espressione diretta dei territori, le politiche di crescita della nostra regione. Non vogliamo assistenzialismo, non ci interessa. Da anni non abbiamo più trasferimenti dallo Stato, siamo abituati a contare solo sulle nostre forze, ma dobbiamo essere messi in condizione di poter dare il nostro contributo. Bisogna snellire la burocrazia. Garantire incentivi alle imprese. Sbloccare il Contratto di Programma.  La nostra proposta prevede una gestione manageriale delle Asi. Stiamo aspettando che diventi legge. E mi auguro che i Consiglieri Regionali irpini si battano anche per questo”.   

Consorzio ASI
Contatore visite
 
These footer portlets are registered to Brio Theme